venerdì 19 settembre 2014

Bazzani, Fabio, Vitale, Sergio, Lanfredini, Roberta (a cura di), La verità in scrittura

Firenze, Clinamen, 2013, pp. 146, euro 17, ISBN 978-88-8410-196-9.

Recensione di Massimiliano Chiari - 22/12/2013

L’opera è il frutto di un’iniziativa seminariale promossa da alcuni docenti del Dipartimento di Filosofia dell’Università di Firenze. Se da un lato l’obiettivo principale del seminario era quello di dare avvio ad una riflessione sistematica sulla scrittura filosofica, dall’altro i contributi contenuti nel testo in esame si spingono ben oltre, andando a lambire i rapporti profondi che intercorrono tra la scrittura, il tema della verità (in scrittura, appunto) e l’indagine filosofica nel suo complesso, con rimandi non occasionali anche alla prassi della

mercoledì 17 settembre 2014

Gatti, Roberto, Il popolo dei moderni. Breve saggio su una finzione

Brescia, La Scuola, 2014, pp. 94, euro 8,50, ISBN 978-88-350-3744-6

Recensione di Francesco Giacomantonio - 13/05/2014

Il tema del popolo costituisce un elemento di riflessione che è stato sempre molto presente nella tradizione di studi della filosofia politica e della storia delle dottrine politiche, soprattutto nel corso della modernità. In questo agile saggio Gatti, cogliendo l’essenzialità di questo tema rispetto alle vicende storiche, si propone di sviluppare una critica della filosofia politica moderna che pone al centro il concetto di popolo, nel tentativo di vagliarne le implicazioni relativamente a un quadro più generale: la tentata, ma ad avviso di Gatti,

lunedì 15 settembre 2014

De Monticelli, Roberta, Sull’idea di rinnovamento

Milano, Raffaello Cortina, 2013, pp. 101, euro 9, ISBN 978-88-6030-605-0.

Recensione di Tiziana Gabrielli - 03/05/2014

L’esigenza di un rinnovamento radicale attraversa il nostro Paese da oltre un ventennio e nasce dalla profonda, e spesso impotente, indignazione per la mancanza di un’etica pubblica e di rispetto per le istituzioni, principi ineludibili su cui dovrebbe basarsi una sana convivenza civile. Dopo il successo de La questione morale (2010) e La questione civile (2011), Roberta De Monticelli pubblica nel 2013 Sull’idea di rinnovamento, testo in cui ha condensato i suoi studi

venerdì 12 settembre 2014

Rokem, Freddie, Filosofi e uomini di scena. Pensare la Performance

Traduzione e cura di Annalisa Sacchi, Milano-Udine, Mimesis, 2013, pp. 257, euro 20, ISBN 978-88-5751-798-8.

Recensione di Antonella Ferraris - 06/01/2014

Scopo di questo libro, costruito come una detective story, come acutamente suggerisce la curatrice Annalisa Sacchi, è indagare i rapporti tra teatro e pensiero, o meglio la sparizione  della rappresentazione scenica dall’ambito dell’indagine filosofica, quando al contrario le due cose presentano una serie di interessanti parentele. Il primo indiziato di questo “crimine” è ovviamente Platone e la sua esclusione della poesia dalle forme del pensiero nella sua città ideale. La prima parte del libro è infatti dedicata

mercoledì 10 settembre 2014

Bruzzone, Attilio, Vignola, Paolo, Margini della filosofia contemporanea

Napoli-Salerno, Orthotes, 2013, pp. 444, euro 20, ISBN 978-88-97806-42-4.

Recensione di Alessandra Granito – 18/02/2013

La raccolta di saggi Margini della filosofia contemporanea a cura di Attilio Bruzzone e Paolo Vignola è un richiamo esplicito al testo di Jacques Derrida (Marges. De la philosophie, 1972), ma vi si confronta con un discrimine divergente, sebbene non oppositivo. Se Derrida muove dall’intento decostruttivo di porre la questione del margine come ciò che dovrebbe resistere al movimento di captazione proprio della smania logocentrica della metafisica, il testo edito da Orthotes intende piuttosto soffermarsi e

lunedì 8 settembre 2014

Vassallo, Nicla, Conversazioni

Intervista di Anna Longo, illustrazioni di Francesca Biasetton, Milano-Udine, Mimesis, 2012, pp. 106, euro 10, ISBN 9788857511924

Recensione di Carla Fronteddu - 17/12/2012

“Si cresce dialogando” (p. 13), afferma la filosofa Nicla Vassallo, che dialogando con la giornalista e amica Anna Longo ha dato vita a Conversazioni, un agile testo di divulgazione del suo pensiero filosofico.
L'ambizione divulgativa del testo pone immediatamente un interrogativo: è possibile trasmettere un sapere altamente specialistico a un grande pubblico? Vassallo riconosce la posizione di molti colleghi che ritengono che la filosofia debba essere praticata solo tra le mura universitarie

lunedì 30 giugno 2014

Giugno 2014 - Numero 90

Giansenio, Cornelio, Il prisma della natura umana. Giansenio interprete di AgostinoA cura di Giovanna D’Aniello, Prefazione di D. Zardin, Bari, Edizioni di Pagina, 2012, pp. 484, euro 22, ISBN 978-88-7470-234-3. Recensione di Giovanni Basile

Capriolo, Paola, La perfezione del nulla. Thomas MannTorino, Ananke, 2013, pp. 88, Euro 15, ISBN-978-88-7325-526-0. Recensione di Alessandra Granito

Deutscher, Guy, La lingua colora il mondo. Come le parole deformano la realtàTorino, Bollati Boringhieri, 2013, pp. 340, euro 23,50, ISBN 9788833923390. Recensione di Paolo Calabrò

Bandirali, Luca, Terrone, Enrico, Filosofia delle serie tv. Dalla Scena del crimine al Trono di spadeMilano-Udine, Mimesis, 2012, pp. 218, euro 16, ISBN 978-88-5751-292-1. Recensione di Alessandro Bruzzone

Marturano, Antonio, Il “dilemma di Jørgensen”Roma, Aracne, 2012, pp. 166, euro 11, ISBN 9788854854697. Recensione di Alessandro Pizzo

Acerbi, Ariberto (a cura di), Crisi e destino della filosofia. Studi su Cornelio FabroRoma, EDUSC, 2012, pp. 465, euro 26, ISBN 978-88-8333-263-0. Recensione di Marco Strona

venerdì 27 giugno 2014

Acerbi, Ariberto (a cura di), Crisi e destino della filosofia. Studi su Cornelio Fabro

Roma, EDUSC, 2012, pp. 465, euro 26, ISBN 978-88-8333-263-0.

Recensione di Marco Strona - 03/02/2013

La filosofia di Cornelio Fabro è una filosofia concreta, legata alla finitudine, all’angoscia, al dolore, e a tutto quanto caratterizza l’esistenza umana: una filosofia che è capace di prendere sul serio e pensare sino in fondo la drammatica situazione dell’uomo d’oggi.
Per Cornelio Fabro la filosofia è la ricerca dell’ultima verità dell’essere e quindi per eccellenza è la “scienza della verità”. Come ha dichiarato egli stesso, tre sono state le direzioni della sua ricerca: “l’approfondimento della nozione metafisica di partecipazione,

mercoledì 25 giugno 2014

Marturano, Antonio, Il “dilemma di Jørgensen”

Roma, Aracne, 2012, pp. 166, euro 11, ISBN 9788854854697

Recensione di Alessandro Pizzo - 21/06/2013

Il volume che intendo recensire pone al centro della discussione filosofica il dilemma di Jørgensen (d'ora innanzi: DJ). Si tratta di una topica complessa che deve il nome al filosofo danese, Jørgen Jørgensen, che, sul finire degli anni '30, si era posto il problema della significanza delle enunciazioni imperative. Per  Jørgensen,  ci troviamo di fronte ad un puzzle: da un lato, la logica trova applicazione solamente agli enunciati indicativi, ossia conoscitivi, descrittivi di stati di cose, 

lunedì 23 giugno 2014

Bandirali, Luca, Terrone, Enrico, Filosofia delle serie tv. Dalla Scena del crimine al Trono di spade

Milano-Udine, Mimesis, 2012, pp. 218, euro 16, ISBN 978-88-5751-292-1.

Recensione di Alessandro Bruzzone - 06/06/2013

Da alcuni anni un nuovo tipo di prodotto televisivo ha invaso gli schermi. Per lo più di origini americane, i serial cosiddetti “di qualità” - per es. C.S.I. Scena del Crimine, Dexter, Dr. House, Lost, 24, Desperate Housewives, The Walking Dead, Il Trono di Spade - presentano caratteristiche che li diversifica notevolmente dai vecchi telefilm, avvicinandoli invece ad arti che un’ottica “conservatrice” considererebbe più nobili: cinema e letteratura. Questa piccola/grande rivoluzione culturale ha attirato, come ovvio,